Selfie con il numero

Materia: Matematica.

Argomento della materia: Numeri naturali.

Obiettivi dell’attività: Conoscenza della classe, introduzione dell’argomento.

Modalità di lavoro: personale e a piccoli gruppi.

Tempi: 2 ore (in classe).

Descrizione dell’attività: Proposta all’inizio dell’anno scolastico, questa attività permette di introdurre i numeri naturali e iniziare a conoscere gli studenti, sia a livello personale, sia nelle dinamiche di lavoro a piccoli gruppi.

Fasi dell’attività

  • È prevista una prima fase personale (come compito per casa), che richiede ad ogni studente di scattarsi un foto con il numero civico della loro abitazione. Il numero, inoltre, deve essere analizzato matematicamente (ad es. è un numero pari/dispari, è un numero primo/composto, è un numero divisibile per…, è un multiplo di…, è il precedente/successivo di…, ecc.), cercando di ricavare più informazioni possibili. Questo può essere un aspetto importante per far emergere le preconoscenze di ogni studente e/o le capacità di ricerca di informazioni: nel mio caso, questa attività è stata proposta nelle classi prime di centro di formazione professionale, quindi con esperienze pregresse di scuola secondaria di primo grado molto diverse tra loro.
  • In seguito è prevista una seconda fase a piccoli gruppi (possibilmente di 3 studenti, da svolgere in classe), che prevede la visione delle foto e una condivisione delle informazioni matematiche dei numeri. La condivisione è il primo passo per valutare le capacità di condivisione degli studenti. Nella stessa fase, inoltre, si chiede di valutare reciprocamente le informazioni matematiche dei numeri e di creare una semplice presentazione multimediale in cui si inseriscono le foto e si elencano i numeri con le relative informazioni matematiche, vagliate da tutto il gruppo.

Applicazione in altre materie

Alcuni colleghi dell’area culturale hanno sperimentato questa attività chiedendo agli studenti di presentare se stessi attraverso un selfie: la foto poteva ritrarre lo studente in un luogo particolarmente significativo per lui, in un momento importante per la sua vita, in compagnia di una o più persone per lui speciali, ecc.

Il selfie, quindi, può assumere un significato profondo se visto nell’ottica del “fissare un ricordo” rispetto all’alimentare il proprio ego e condividere con non-si-sa-chi la propria immagine.

Non è scontato che gli studenti condividano facilmente un momento importante per la loro vita: sicuramente può essere uno stimolo per incentivarli ad aprirsi, a mettersi in gioco; in più, può essere un aiuto per gli studenti che faticano ad esprimersi a parole e che utilizzano le immagini come veicolo per trasmettere sentimenti ed emozioni.

Spazio alla fantasia!